“Il film è proprio una sciocchezza, poteva dircelo” Christian De Sica si esprime contro DeLaurentiis

4226
0
CONDIVIDI
Christian De Sica film Natale

Giusto ieri è uscito il nuovo cinepanettone natalizio. Era proprio quello che ci aspettavamo? No, è anche peggio! Christian De Sica film Natale

Aurelio DeLaurentiis, titolare di Filmauro, casa di produzione che da più di 30 anni ci fornisce la dose di cinepanettoni annuale quest’anno ha presentato una pellicola ‘originale’, che poi di originale non ha molto. Una compilation delle più divertenti scene dei film Natalizi degli ultimi 35 anni, montato e ‘diretto’ da Paolo Ruffini. Super Vacanze di Natale, una soluzione law cost e pietosa quella della Filmauro. Le polemiche infatti non si sono fatte aspettare.

Christian De Sica film NatalePrimo fra tutti Christian De Sica, figlio del grande Vittorio De Sica. Grande attore di teatro, il grande pubblico lo conosce per i suoi film natalizi, ormai diventati di culto. Egli dopo aver rotto il suo sodalizio storico con Massimo Boldi, pensava di non rivedersi più sullo schermo insieme al suo vecchio collega. E invece non è così. DeLaurentiis infatti non solo ha prodotto una pellicola squallida e quasi pietosa. Ha proceduto a realizzare il progetto senza il consenso di chi ne era stato protagonista a suo tempo. Quindi sia De Sica che Boldi si troveranno a competere al botteghino con se stessi. Infatti in questo periodo sono usciti Poveri ma Ricchissimi e Natale da chef. Christian De Sica a riguardo si è espresso sul settimanale Chi dicendo:  

«“Super vacanze di Natale”? Ci sono rimasto male perché Aurelio (De Laurentiis, ndr) neanche ci ha avvertito, dopo 32 anni poteva dircelo. Io non ho neanche visto il film perché è proprio una sciocchezza, quegli spezzoni si possono vedere gratis su Youtube, basta digitare “The best of Christian De Sica” o “The best of Massimo Boldi”». Christian De Sica film Natale

Neri Parenti e Massimo Boldi sul piede di guerra:

Oltre a Christian De Sica hanno avuto modo di lamentarsi anche altri due grandi volti del cinema italiano: Massimo Boldi e Neri Parenti. Christian De Sica film Natale

Massimo Boldi ha dichiarato in un’intervista per Il Giornale ha dichiarato:

“Un film comico di Natale, se non fa ridere, non è né comico, né di Natale. Mi sono staccato da Christian perché volevo raccontare storie non natalizie. Ora l’ho ritrovato: i nostri rispettivi avvocati si battono per le royalties sullo sfruttamento della nostra immagine in Super Vacanze di Natale: noi non siamo stati interpellati, infatti. Vorremo vedere questo film di montaggio, ma De Laurentiis ce lo nega: afferma d’avere un’esclusiva totale sulla nostra immagine”.

Neri Parenti, voce narrante e protagonista nella commedia nera di Mario Monicelli Amici miei. Inoltre regista di tanti cinepanettoni, ha invece presentato una formale ingiunzione nei confronti di Filmauro perché nei teaser trailer Paolo Ruffini viene indicato come il regista del film. Ecco cosa ha infatti dichiarato a Il Messaggero:

«È vero che ai tempi dei primi successi firmammo un contratto-capestro in cui rinunciavamo ai diritti futuri sui nostri film, ma i cinepanettoni li ho diretti io e, prima che il collage esca nelle sale, intendo vederlo per capire che uso è stato fatto del mio lavoro».

Christian De Sica film NataleL’arte del taglia e cuci

Che i film di Natale, i cosiddetti cinepanettoni, non fossero degli esempi di qualità e spessore si sapeva. Ma questo Super Vacanze di Natale non è un film, è un modo per spendere poco e fare tanti soldi. Ora su questo non c’è nulla di male. L’arte di fare cinema è anche saper rendere qualcosa di ordinario straordinario. In un certo senso si deve prendere in giro lo spettatore, ma questa raccolta di sketch celebri non può essere definita un’illusione. E’ una presa per i fondelli bella e buona. Un cerotto per coprire una voragine, fatta di film scadenti di cui spero la gente si sia ormai stancata. A furia di citare tanto il passato, glorioso ma anacronistico, non può essere confuso con il panorama cinematografico odierno, ci si è dimenticati la magia del creare qualcosa di nuovo, un’ emulazione del passato non un copia\incolla. A furia di fare citazionismo si è arrivato persino a tagliare e cucire pezzi di storie altrui, arrivando ovviamente alla creazione dell’ennesimo mostro di Frankenstein. Una cosa, infatti, perchè di certo Super Vacanze di Natale non può essere definito un film. Christian De Sica film Natale

Se l’articolo vi è piaciuto, continuate a seguirci su Cinemondium.com

 

[Voti: 6    Media Voto: 4.2/5]

LASCIA UN COMMENTO