Il live-action di Mulan a rischio: i fan boicottano il film

97
0
CONDIVIDI
Mulan Cina

Il live-action della Disney Mulan si trova in questo momento sotto l’occhio del ciclone! La colpa sarebbe della giovane protagonista Liu Yifei che avrebbe fatto delle scomode dichiarazioni.

Per capire la situazione bisogna fare riferimento agli avvenimenti che da circa quattro mesi si stanno verificando nella Repubblica Cinese.Mulan Cina

Il governo cinese ha introdotto una nuova legge che permetterebbe di estradare i criminali sospetti in territori dove non esiste nessuna legge di estrado come Taiwan e Macao.

Dopo aver appreso la nuova legge un gruppo di manifestanti si è attivato per andare contro l’approvazione di questa nuova legge. Gli attivisti hanno persino occupato l’aeroporto di Hong Kong, interrompendo il transito aereo per ben due giorni.

La posizione di Liu Yifei Mulan Cina

Secondo quando riportato da Deadline, Liu Yifei avrebbe manifestato il proprio sostegno alle forze di polizia di Hong Kong, accusata di aver fatto un uso eccessivo di forza contro manifestanti e giornalisti.

“Sostengo la polizia di Hong Kong, potete anche prendermi a botte ora”, ha scritto l’interprete di Mulan sulla piattaforma Weibo.Mulan Cina

Inutile dire che le affermazioni di Yifei hanno scatenato l’ira dei social e del web. Se da un lato c’è chi la sostiene, dall’altro lato c’è chi invece punta il dito contro l’attrice e le sue parole.

Boicottaggio del live-action

L’account Instagram dell’attrice e Twitter si sono trasformati in veri e propri campi di battaglia a colpi di commenti e hashtag. Qualcuno ha persino creato un apposito hashtag per boicottare il film di Mulan: #BoycottMulan. L’hashtag ha fatto il giro del web ed è diventato subito virale.

Qualcuno ha puntato il dito contro la Disney e la sua scelta di Liu Yifei come interprete di un personaggio carismatico come quello di Mulan:Mulan Cina

Disney, perché la tua compagnia supporta un’attrice cinese che sostiene apertamente un regime repressivo? Yifei è seduta comodamente nei felici Stati Uniti e gode dei diritti che le persone qui non hanno mentre da lontano sostiene la brutalità della polizia”.

Un altro ancora è rimasto deluso dallo schieramento di Yifei, che interpreta un’eroina che lotta per la propria terra natale, così come stanno facendo i manifestanti ad Hong Kong:

Sono stato felice quando DisneyStudios ha annunciato un nuovo film di Mulan, era la mia eroina d’infanzia. È una gran delusione vedere l’attrice che la interpreta non entrare in empatia con i manifestanti a Hong Kong. Stanno combattendo per la loro terra natale come fece Mulan. #BoycottMulan”.

Nonostante l’appello degli utenti sui social, sembra molto lontano il loro tentativo di boicottaggio per la pellicola Disney che dovrebbe vedere la luce il 27 marzo 2020.

Continuate a seguirci su Cinemondium.

[Voti: 3    Media Voto: 3.7/5]

LASCIA UN COMMENTO