Sulla mia pelle (2018)

1716
0
CONDIVIDI
sulla mia pelle cucchi
Media Voto: 3/5

Sulla mia pelle è un film del 2018 diretto da Alessio Cremonini. È stato selezionato come pellicola d’apertura della sezione “Orizzonti” alla 75ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

sulla mia pelle cucchiIl lungometraggio è uscito in Italia il 12 settembre, e racconta l’ultima settimana di vita di Stefano Cucchi, interpretato da Alessandro Borghisulla mia pelle cucchi

La trama sulla mia pelle cucchi

La fase finale della vita di Stefano Cucchi è un’inferno fra caserme dei carabinieri e ospedali.

Il 31enne, geometra romano, entra sulle sue gambe ma muore mentre si trova in custodia cautelare a Regina Coeli.

La sua tragica sorte diventa un caso di cronaca nera e giudiziaria che cambia per sempre la vita della sua famiglia.

La regia

Alessio Cremonini racconta una delle vicende più discusse dell’Italia contemporanea.

La rassegnazione di un ragazzo, e il desiderio di alzare la voce e raccontare la verità, in faccia a istituzioni che talvolta sono più concentrate sulla propria autodifesa che sulla tutela dei diritti dei cittadini.

Si mette in scena, così, il racconto della famiglia Cucchi e la loro denuncia di un pestaggio delle forze dell’ordine come causa principale della morte del detenuto.

Non si mette in primo piano la violenza. Ma le conseguenze appaiono evidenti.

La narrazione, però, è un po’ imbavagliata e compressa dal momento che l’iter legale è ancora in corso. Alcuni dettagli, comunque, restano palesi.

Nudi e crudi, al fine di rendere l’idea della sofferenza subita dal giovane. Come la scena in cui la testa di Stefano è letteralmente incastrata fra due supporti che sembrano una morsa, uno strumento di tortura medievale.

L’universo di figure che lo circondano è poi costellato di rifiuti e ostruzionismi, di autorizzazioni non concesse e responsabilità non assunte, di burocrazia eccessiva e ipocrisia travestita da rispetto delle regole.

Il protagonista

Certo, Cremonini non vuol far di Cucchi un santo. Ne illustra debolezze e discutibili abitudini di vita. È una persona che non si fa aiutare, e che non cerca di rendersi simpatica alle autorità come al pubblico.

sulla mia pelle cucchiNonostante questo, però, il sistema democratico, in temi di giustizia, carcerazione e sanità, dovrebbe comportarsi correttamente nei confronti di un soggetto evidentemente fragile.

Sulla mia pelle, dunque, non è intriso di potenza documentaria come 87 ore di Costanza Quatriglio.

D’altronde vuole semplicemente dare corpo e voce ad un essere umano che non è riuscito a districarsi in un groviglio di ingiustizie e brutalità.

Alessandro Borghi, pertanto, si rivela fondamentale, riproducendo esattamente quel tono sfuggente e lamentoso che apparteneva a Stefano Cucchi, e che ancora oggi appartiene ai tanti giovani “sbagliati” di Roma e non solo.

Lingua originale italiano
Paese di produzione Italia
Anno 2018
Durata 100 min
Rapporto 2,35 : 1
Genere drammatico
Regia Alessio Cremonini
Sceneggiatura Alessio CremoniniLisa Nur Sultan
Produttore Luigi Musini, Olivia Musini, Andrea Occhipinti
Casa di produzione Cinemaundici, Lucky Red
Distribuzione(Italia) Lucky RedNetflix
Fotografia Matteo Cocco
Montaggio Chiara Vullo
Scenografia Roberto De Angelis
Interpreti e personaggi

Continuate a seguirci su Cinemondium!

sulla mia pelle cucchi sulla mia pelle cucchi sulla mia pelle cucchi

[Voti: 2    Media Voto: 3/5]

LASCIA UN COMMENTO