Famiglia dispersa salvata dal treno di Hogwarts, grazie Harry!

0
3643
Harry Potter treno

Padre, madre e quattro ragazzini erano rimasti isolati nelle Highlands dopo aver perso la loro canoa. Grazie a una telefonata alla polizia sono stati soccorsi dal «Jacobite», il convoglio a vapore usato durante le riprese dei film del piccolo mago. Harry Potter treno Harry Potter treno

boostgrammer

Immaginatevi lo stupore dei ragazzini — quattro piccoli di 6, 8, 10 e 12 anni — quando il treno di Harry Potter si è fermato per soccorrerli, dopo che si erano persi nelle Highlands scozzesi. E’ accaduto davvero, qualche giorno fa, nell’area di Lochaber, una regione selvaggia della Scozia, scrive Bbc News. La famiglia Cluett — Jon, Helen e i 4 ragazzini — stava facendo un’escursione sul lago Eilt quando, durante una sosta a riva, la loro canoa è stata spazzata via da un onda di piena portata da un fiume affluente. Si sono tutti salvati. Ma si sono ritrovati persi in mezzo al nulla, con una lunga camminata da affrontare, attraverso brughiera e boscaglie, per raggiungere la loro auto. Harry Potter treno

Da Fort Williams a Mallaig in due ore Harry Potter treno

Per fortuna il cellulare aveva campo e sono riusciti a chiamare la polizia, che li ha teleguidati sul percorso più breve per raggiungere la linea ferroviaria. Non solo, le forze dell’ordine hanno verificato quali convogli fossero in programma sulla linea West Highland Railway, e hanno fatto sì che il treno «Jacobite» si fermasse a raccoglierli. Lo Jacobite è un’esatta riproduzione di un antico convoglio a vapore ed è stato usato per le riprese dei film di Harry Potter. E’ il famoso Hogwarts Express, e nella realtà parte da Fort William per raggiungere in circa due ore Mallaig, attraversando i magnifici paesaggi delle Highlands.

Il Glenfinnan Viaduct e la gioia dei bambini

Il tratto più spettacolare del viaggio è il passaggio sul Glenfinnan Viaduct, il viadotto con archi in pietra che si vede nei film della serie. «Quando i bambini hanno visto arrivare il treno e si sono accorti che non era un convoglio qualunque — racconta Jon Cluett — ho visto grandi sorrisi illuminare i loro volti». Un attimo prima erano tristi per aver perso la canoa, «poi tutto è diventato bello ed eccitante».

Per saperne di più continua a seguirci su Cinemondium.com

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui