Eva Longoria: “Bullizzata sul set di Desperate Housewives”

82
0
CONDIVIDI
Eva Longoria bullismo

Eva Longoria ha recentemente scritto, assieme ad altre ventisei persone, una lettera al giudice che si sta occupando del caso legato all’amica e collega Felicity Huffman. La fu Lynette Scavo è infatti sotto processo, assieme ad altre cinquanta persone, per corruzione, al fine di ammettere dei figli in un importante college americano. Per questo reato, l’attrice rischia un mese di carcere e una multa di 20.000 dollari.

Nel sistema americano le persone vicine agli imputati per determinati reati, per consuetudine, scrivono al giudice una lettera per dare la propria testimonianza sulla moralità della persona accusata. Eva Longoria bullismo

La missiva della Longoria sarebbe dovuta rimanere privata, ma in qualche modo la NBC News l’ha ottenuta e resa pubblica. In questa lettera, scritta per sostenere l’amica, la Longoria ha rivelato di aver subito degli atti.di bullismo sul set di Desperate Housewives, e solo grazie all’intervento della Huffman è riuscita a superare la cosa.

La lettera Eva Longoria bullismo

C’è stato un periodo in cui sono stata vittima di atti di bullismo compiuti da un individuo con il quale lavoravo. Temevo i giorni in cui dovevo lavorare con quella persona perché era una vera e propria tortura per me. Questo fino a quando un giorno Felicity ha detto a a questa personaora basta‘ ed è finito tutto. Felicity Huffman aveva capito da sola che ero alle prese con con una situazione destabilizzante anche se non mi ero mai lamentata o avevo parlato della cosa con qualcuno“.

Eva Longoria bullismoEva Longoria, inoltre, ha spiegato che Felicity Huffman l’ha sostenuta quando, ai Golden Globe, durante la prima stagione è stata l’unica protagonista della serie a non ricevere una nomination come miglior attrice in una serie commedia o musicale.

Ero distrutta per la cosa, e in più la stampa rese la situazione ancora più importante rispetto a quanto lo fosse per noi quattro. Tutto ciò ha avuto un certo effetto su di me. Felicity è venuta nella mia roulotte e ha detto.Si tratta solo di un pezzo di metallo, quello e 1 dollaro e 50 ti faranno avere un biglietto del bus‘. Poi mi ha detto di quanto fossi talentuosa e di come non avrei mai avuto bisogno di un premio per essere consapevole di ciò. So che non sarei mai sopravvissuta per questi dieci anni se non avessi avuto l’amicizia di Felicity“.

E voi cosa ne pensate? Fateci sapere la vostra con un commento qua sotto e continuate a seguirci su Cinemondium!

[Voti: 3    Media Voto: 4/5]

LASCIA UN COMMENTO