Home Cinema Donne e Cinema: Discordo sul genere femmile

Donne e Cinema: Discordo sul genere femmile

1176
1
CONDIVIDI
Donne Cinema film

Di abusi ai danni delle donne, ormai, si sente parlare tutti i giorni. Le cronache di tutto il mondo parlano sempre di più di questo argomento difficile e delicato. Il più delle volte affrontato in maniera superficiale e monotona. Un semplice argomento di conversazione come ormai sono: la politica, la guerra, gli omicidi, la fame nel mondo. Semplici chiacchiere da bar, su cui si può discutere ma che non ci toccheranno mai veramente. Il dibattito sociale riguardo gli abusi e le discriminazioni sulle donne è veramente giovane. La rivoluzione sessuale degli anni ’70 ha portato a riconsiderare il ruolo femminile. Ciò non significa che il divario tra uomo e donna non sia ancora rimarcato e visibile in ogni ambito. Da quello familiare a quello lavorativo, è palese ci sia ancora una differenza non solo a livello di aspettative di lavoro e posizioni sociali, ma anche di retribuzione. E’ giusto quindi affrontare il discorso e reclamare i propri diritti, se ce n’è bisogno. Ma qual è il vero punto su cui soffermarsi? Ecco film che affrontano il tema delle donne e della loro lotta per la libertà. Donne Cinema film

Girl power: top 4 film!

Chocolat (2000)Donne Cinema film

Una commedia romantica di Lasse Hallström con la coppia Juliette Binoche e Johnny Depp, nei panni di una cioccolataia e di uno zingaro. Pur essendo un film molto leggero, affronta temi importanti. Una madre single e la sua bambina arrivano in una piccola e bigotta cittadina, sconvolgendo lo status quo. Questa è solo la premessa di un intreccio che svelerà poco a poco i veri protagonisti della storia. Gli abitanti, coloro che ne usciranno cambiati, e persino migliori. Una di questi è Josephine. Incastrata in un matrimonio abusivo, rassegnata a rimanerci in eterno. Sarà proprio con l’aiuto della strana cioccolataia che prenderà consapevolezza di se stessa e riuscirà a liberarsi dal giogo del marito violento. La scena finale è illuminante. Josephine gestisce un bar. E’ sicura di se stessa, consapevole della propria femminilità e finalmente convinta di meritare qualcosa di meglio che i pugni del marito.

Sotto accusa (1982): 

Uno dei primi film di Jodie Foster, regia di Jonathan Kaplan. Una donna stuprata selvaggiamente in un bar, costretta a giustificare il proprio operato di fronte alla corte per far punire i propri aguzzini. Tratto da un fatto realmente accaduto costruisce, in modo mirabile, tutta l’ambiguità di pensiero rivolta a una donna libera e i cinici giudizi che vorrebbero la vittima una complice a causa del modo di vestire o per un atteggiamento ritenuto provocante e seduttivo.

Thelma & Louise (1991):

Un film iconico. Protagoniste, due donne che fuggono dalla loro vita per crearsi un’esistenza vera. Fuori dalle regole imposte dalla società. Due donne in un mondo di uomini. Due amiche che pur di vivere una vita piena sono disposte a diventare delle fuggitive, delle ricercate. Solo attraverso la consapevolezza della propria forza saranno libere. Donne Cinema film

Grindhouse (2007):

Donne Cinema film

Film diretto da Quentin Tarantino. Egli ha sempre saputo creare personaggi di spessore, concentrandosi spesso e volentieri proprio su quelli femminili. In questo caso la pellicola è divisa in due filoni narrativi. L’unico elemento di congiunzione un inquietantissimo Kurt Russel. Due situazioni potenzialmente uguali che finiscono in maniera diametralmente opposta. Un film che affronta il tema del femminicidio alla maniera di Tarantino. Senza mai prendersi troppo sul serio, riesce a raccontare la rivalsa delle donne in maniera veramente esplosiva.

Uomo VS Donna

Il genere femminile, ritenuto per secoli l’anello debole della catena, è sempre stato relegato ai lavori domestici e alla cura dei figli. Non che nel fare la casalinga e la madre ci sia qualcosa di sbagliato o degradante. E’ ovvio che una madre voglia prendersi cura della prole ma lo è ancora di più che un essere umano (dotato di intelletto) voglia elevarsi e coronare i propri sogni. Quel ruolo di moglie e madre che è naturale, nel corso della storia, è diventato sempre più limitante fino a diventare una condizione di asservimento legalizzato e incoraggiato. Quello che avrebbe dovuto essere un rapporto nato dall’amore e dalla stima reciproca diventa qualcosa di talmente scontato da essere quasi considerato dovuto. Il solo adatto al genere femminile, non un’opzione tra le tante.

Le prove che il sesso femminile sia adatto, oltre che al ruolo di madre, anche a ogni altro ambito, sono innumerevoli e palesi. Non ci dovrebbe essere ancora bisogno di ulteriori verifiche. Però non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire e ci troviamo ancora a dover sottolineare l’ovvio. Così, due mondi diversi ma complementari sono pian piano diventati incompatibili. Nemici in una faida che dura da secoli. Una lotta per la supremazia che l’uomo grazie alla propria forza fisica ha sempre vinto. Ma perché decidere se è meglio il pane o la Nutella quando insieme sono la cosa più buona al mondo? Ha veramente senso stabilire una graduatoria? Donne Cinema film

Continuate a seguirci su Cinemondium.com

 

[Voti: 9    Media Voto: 4.8/5]

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO