Che fine ha fatto… Robert Redford de L’uomo che sussurrava ai cavalli?

1379
0
CONDIVIDI
Robert Redford vita privata

Una colonna portante in tutti i sensi per il cinema internazionale. Una star di Hollywood davanti e dietro la macchina da presa.

È Robert Redford, che ultimamente sembra essersi eclissato. A tal proposito Cinemondium si è messo sulle sue tracce, e guardate cos’ha scoperto.

Chi è Robert? Robert Redford vita privata

Classe ’36, nato a Santa Monica, sin da ragazzo si interessò di sceneggiatura e studiò recitazione. L’esperienza gli piacque così tanto che iniziò a fare l’attore.

Nel 1962 il suo debutto cinematografico con Caccia di guerra di Denis Sanders, nel ruolo di protagonista.

A seguire, Lo strano mondo di Daisy Clover, per il quale ricevette un Golden Globe come miglior attore debuttante; La caccia, insieme a Marlon Brando, James Fox e Jane Fonda; Questa ragazza è di tutti, che sancì la collaborazione tra Redford e Sydney Pollack; A piedi nudi nel parco.

Robert Redford vita privataMa l’exploit risale al 1968: con Paul Newman, recita in Butch Cassidy, ottenendo numerosi elogi dalla critica e ottimi incassi, per uno dei western migliori di sempre.

Negli anni Settanta è poi la volta di Corvo rosso non avrai il mio scalpo e Il candidato.

Senza dimenticare due pilastri del cinema come Come eravamo, insieme a Barbra Streisand, e La stangata, ancora una volta in coppia con Paul Newman (pellicola assegnataria di ben sette premi Oscar, tra cui miglior film e miglior regia).

Robert Redford vita privataSuccessivamente, Il grande Gatsby, tratto dall’omonimo romanzo di Francis Scott Fitzgerald, il thriller I tre giorni del Condor e Tutti gli uomini del presidente, ispirato al famoso scandalo del Watergate, dove interpreta, a fianco di Dustin Hoffman, uno dei due giornalisti che si occupò del caso.

Tra le pellicole di successo, anche Proposta indecente del 1993, con Demi Moore e Woody Harrelson.

Non solo recitazione nel mondo di Redford. Anche la regia ha avuto largo seguito.

Iniziò nel 1980 con Gente comune, per cui ricevette l’Oscar come miglior regista.

Robert Redford vita privataPoi Milagro, lungometraggio bucolico e fantastico; In mezzo scorre il fiume, che tratta del dialogo tra genitori e figli; Quiz Show.

Nel 1998 fu la volta de L’uomo che sussurrava ai cavalli, tra le pellicole più conosciute.

Nel 2000 diresse La leggenda di Bagger Vance, nel 2007 Leoni per agnelli, nel 2010 The Conspirator e nel 2012 La regola del silenzio – The Company You Keep.

Vita privata

Nel 1958 si sposò con Lola Van Wagenen, dalla quale ebbe un figlio, Scott, che morì improvvisamente cinque mesi dopo per una sindrome letale infantile.

Vuoto colmato nel 1960 dalla nascita di Shauna e due anni dopo da quella di James. La terza figlia, Amy, è invece del 1970.

Nel 1985, però, Redford divorzia dalla moglie, per poi convolare a nozze, nel 2009, con l’artista tedesca Sibylle Szaggars.

Oggi

Robert Redford non lavora più come attore dal novembre 2016. Ha continuato, comunque, la sua esperienza da regista, presentando nel 2017 la pellicola Le nostre anime di notte, fuori concorso alla Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, di cui è protagonista insieme all’amica e collega Jane FondaRobert Redford vita privata

Robert Redford vita privataAl centro la storia d’amore di due vedovi ottantenni. Ennesima produzione che vale a entrambi il Leone d’oro alla carriera.

Volevo fare un ultimo film con Jane prima di morire“, spiega l’artista, secondo quanto riportato dalla Gazzetta di Parma.

Affiatamento tra noi? È stato naturale sin dall’inizio, quando avevamo vent’anni“.

Due star, quindi, che cominciano insieme e… finiscono insieme, legate da affetto e professionalità.

E tra chi è consapevole del proprio talento e ha la modestia giusta di riconoscere quello altrui, non può che essere così.

Robert Redford vita privata Robert Redford vita privata Robert Redford vita privata

[Voti: 1    Media Voto: 5/5]

LASCIA UN COMMENTO